30 settembre 2012

Più di 27mila in "corsa per la vita" a Firenze: carrellata di immagini


Raccolti 375.000 euro. Prima classificata per le donne Tiziana Gianotti, nella categoria uomini ha vinto Maurizio Cito. Per festeggiare i dieci anni di CORRI LA VITA una marea di persone
ha invaso il il centro storico di Firenze e le molteplici iniziative sportive e culturali che si sono susseguite nel corso della giornata. 

I fondi saranno destinati a quattro progetti no-profit di strutture pubbliche specializzate nella lotta al tumore al seno: LILT Firenze Onlus per il sostegno al Ce.Ri.On Centro RiabilitazioneOncologica a Villa delle Rose; FILE Fondazione Italiana di Leniterapia – Progetto Oltre il Ponte;Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi - SOD Diagnostica Senologica; "The Vito Distante Project in Breast Cancer Clinical Research".

LA GARA
Prima classificata per le donne anche quest'anno Tiziana Gianotti con un tempo di0:47:46; seconda classificata Francesca Caroti Ghelli, tempo 0:49:58; terza classificata Emma Iozzelli, tempo 0:50:07. Nella categoria uomini ha vinto Maurizio Cito, con un tempo di0:38:35; al secondo e terzo posto si sono piazzati rispettivamente Said Er-Rmili, tempo0:39:12 e Daniele Del Nista, tempo 0:39:55.
È stato premiato anche il gruppo più numeroso che si riconferma quello dei dipendenti Ferragamo,
con 630 iscritti.
Il Comitato Organizzatore ha voluto ringraziare il Presidente della Repubblica Giorgio
Napolitano che quest’anno è entrato a far parte dei testimonial di CORRI LA VITA e al
maestro Francesco Clemente che ha donato l’immagine utilizzata per la comunicazione della
decima edizione.
Prossimo appuntamento per settembre 2013 (info: www.corrilavita.it)

alcune immagini:





































Link Album Picasa: ALBUM FOTO
Pao. Ma.

29 settembre 2012

Solidarietà, sport e arte con "Corri la vita 2012"


Solidarietà, sport e ora anche arte e cultura con Corri la Vita che si snoderà le strade più belle di Firenze nella mattinata di domenica 30 settembre. La manifestazione benefica a sostegno delle strutture pubbliche specializzate nella lotta al tumore al seno comprende una passeggiata e una corsa con partenza da piazza del Duomo alle 9.30 e arrrivo in piazza della Signoria. "Corri la vita" quest'anno, nel festeggiare il suo decimo anniversario offrirà anche la possibilità di abbinare la classica corsa ad una serie di iniziative culturali. Al termine della gara podistica e della passeggiata, rispettivamente di 13 e 5 chilometri circa, dalle 14 alle 18 indossando la maglietta ufficiale 2012 della manifestazione si potranno infatti visitare gratuitamente tutti i musei civici fiorentini moltissimi altri musei cittadini. I festeggiamenti si concluderanno alle ore 18.30 con un concerto gratuito sotto il Loggiato degli Uffizi. I fondi raccolti da CORRI LA VITA 2012 saranno interamente destinati alla LILT Firenze per il sostegno al Ce.Ri.On. Centro Riabilitazione Oncologica, a FILE Fondazione Italiana di Leniterapia che opera nel settore delle cure palliative, per il progetto Oltre il Ponte, alla Diagnostica Senologica dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi di Firenze e al "The Vito Distante Project in Breast Cancer Clinical Research. Info www.corrilavita.it.
Pao. Ma.

28 settembre 2012

PerBacco è San Michele, arriva il Carro Matto!



Il Bacco Artigiano arriva a Firenze. Nella terza giornata di eventi ecco un appuntamento ormai classico.
E' una di quelle occasioni in cui la macchina del tempo riporta a bei tempi di secoli passati quando il 29 settembre, giorno di San Michele, si celebrava l'"Offerta del vino  al contado della Signoria di Firenze quando il vino proveniente da Rufina raggiungeva Firenze con una carovana di carri, ognuno con oltre 2000 fiaschi caricati “a cesta” da abili artigiani. 
Sabato 29 settembre 2012 alle 15,30 una rappresentanza del Corteo della Repubblica Fiorentina partirà dal Palagio di Parte Guelfa, percorrendo via Calimala, via Roma e piazza S. Giovanni dove raggiungerà il Carro Matto. Alle 16 il carro sarà in piazza Duomo dove verrà benedetto dalle autorità religiose per raggiungere poi Piazza della Signoria. Qui, alle 17, ci sarà l’offerta del vino benedetto alla Signoria di Firenze, mentre alle 17,30 si esibiranno per le strade del centro i musici del Corteo Storico e i Bandierai degli Uffizi. A Rufina invece gli appuntamenti inizieranno già nella prima mattina. Dall’alba al tramonto sarà allestito in piazza Umberto I il “MercaBacco”, mercatino di artigianato, prodotti tipici e collezionismo. Fino a domenica sarà poi attivo il renino di Bacco che collegherà Piazza Umberto I e Villa Poggio Reale per dar modo ai partecipanti di non perdersi nemmeno un evento in programma. Alle 10 nella zona industriale “Scopeti” (Rufina) verrà inaugurata la nuova pista ciclabile 
grazie alla quale i ragazzi potranno allenarsi o trascorrere delle 
piacevoli giornate in bicicletta in completa sicurezza. Durante la giornata sarà poi organizzato un motoraduno dall’associazione motociclistica “Colli fiorentini” in memoria di E. Rombenchi, già sindaco del Comune di Rufina. Il pomeriggio, a partire dalle 15, gli amanti degli animali potranno assistere all’esposizione “Gli animali, per…Bacco”, con sfilate e dog dance. Alle 16 prenderà il via, per le strade del paese, la giocoleria per bambini con spettacoli, giochi e laboratori. Alle 18 doppio appuntamento con la musica. A Villa Poggio Reale ci sarà il concerto della corale “Città di Rufina-M. Vittoria Grazzini” diretta da E. Civero, mentre al C.I.A.F. si esibirà la Scuola di Musica Sound. Infine, alle 21 in piazza Umberto I, ci sarà la sfilata di moda “Bimbi” a cura dell’Associazione Commercianti di Rufina”, con spettacoli di giocoleria comica: cabriolet, spettacolo ombre cinesi e disegni con sabbia.

Per consultare il programma completo della manifestazione basta connettersi al sito del Comune di Rufina www.comune.rufina.fi.it .
Pao. Ma.










27 settembre 2012

Oltre cinquantamila volontari per "Puliamo il mondo 2012"



"Per un mondo più bello e vivibile" è lo slogan che anche quest'anno anima Puliamo il mondo l'iniziativa di volontariato promossa da Legambiente e che in Toscana coinvolge ben 115 comuni.
"Puliamo il mondo", emanazione italiana di "Clean up the World" compie vent'anni e rende omaggio alle olimpiadi appena lasciate alle spalle con una serie di iniziative che puntano sui valori dell'integrazione razziale e del rispetto del prossimo. Al centro l'ambiente e la sua salvagaurdia attraverso un'operazione di pulizia che vedrà schierato un esercito di volontari composto dai ragazzi delle scuole, oltre cento classi primarie e secondarie in tutta la Toscana, ma anche numerose associazioni e comunità come quella dei Senegalesi o dei rom. L'appuntamento è per i giorni 28, 29 e 30 settembre prossimi (info: www.puliamoilmondo.it). Grande protagonista di questa edizione sarà l'Arno e il lavoro degli oltre cinquantamila volontari che si daranno appuntamento sulle sue sponde.
Pao. Ma.

L'elettronica di scena a Firenze



L’appuntamento è alla Stazione Leopolda dal 4 al 6 aprile 2013. Presentazione ufficiale della mostra e serata di gala oggi a Palazzo Vecchio con 300 rappresentanti delle maggiori aziende del settore.

Firenze si candida come punto di incontro e di confronto per tutti gli operatori e le aziende di un settore che attraversa una fase di importante sviluppo economico e tecnologico. Mef srl, presenta oggi alle 18 nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio la Mostra Elettrotecnica Firenze che si svolgerà presso la Stazione Leopolda dal 4 al 6 aprile 2013 con l’obiettivo di richiamare l’attenzione di tutti gli operatori di settore e con il coinvolgimento di tutte le maggiori aziende produttrici, nazionali ed internazionali, del comparto elettrotecnico, illuminotecnico e delle energie rinnovabili.
Mef, con 24 punti vendita in Toscana, 1 in Liguria e 1 in Umbria, è una delle maggiori realtà nel panorama nazionale della distribuzione di materiale elettrico, un’azienda multispecialista, dinamica e propositiva.
“In questa area geografica - spiegano i titolari di Mef - manca una fiera di settore dal 2002, ultimo anno di ElettroToscana, mostra tenutasi presso la Fortezza da Basso, perciò riteniamo che l’iniziativa possa rappresentare un polo di attrazione e stimolo per tutto il mercato e un impulso a reagire positivamente alle recenti difficoltà”.
“Siamo lieti di poter annunciare, in questa fase non certo facile per l’economia, la nascita di una nuova mostra di settore - commenta il Presidente di Firenze Convention Bureau e Assessore al Turismo della Provincia di Firenze, Giacomo Billi -. Tanto più una mostra come Mef, pensata e voluta con impegno da una importante azienda fiorentina e che ha voluto scommettere su Firenze per farne una capitale del comparto".

Nel Salone dei Cinquecento sarà offerto un aperitivo allietato dal suono di un pianoforte (Gherardo Malanca) e di un violino (Elisabetta Viviani).

26 settembre 2012

"Trentasette volte Bacco" a Rufina

Anche quest’anno il legame che vede unite Rufina e Firenze si rinnova con il Bacco Artigiano manifestazione dal sapore antico che dal 27 al 30 settembre, anche se già da sabato 22 con “Aspettando il Bacco” verranno inaugurate le prime mostre, che resteranno aperte fino alla fine dell’evento, animerà i principali luoghi del paese. La manifestazione affonda le sue radici nei secoli passati, quando il vino proveniente da Rufina raggiungeva Firenze con una carovana di carri, ognuno con 2000 fiaschi, ma anche di più, caricati a “cesta” da abili artigiani e intende proprio rievocare l’antico legame tra Rufina e Firenze.

Come consuetudine, sabato 29 settembre, San Michele, a partire dalle 15,30 la manifestazione sconfinerà a Firenze per portare il vino fino a Piazza della Signoria con il corteo storico della Repubblica Fiorentina e del Contado di Rufina. L’inaugurazione ufficiale del Bacco è per giovedì 27 settembre alle 18 a Villa Poggio Reale. Sempre nel giorno dell’ inaugurazione saranno premiate le squadre di calcio e di pallavolo vincitrici dei rispettivi campionati di categoria (ore 21). Subito dopo l’inaugurazione saranno aperte, e chiuderanno domenica in tarda serata, tutte le mostre d’arte presenti in calendario, gli stand in piazza Umberto I con gli antichi mestieri, il wine bar e lo stand gastronomico.

EVENTI CULTURALI E MOSTRE

Se come molti pensano il vino è cultura, il Bacco riconferma questo binomio con una ricca serie di eventi e mostre. In particolare nella Villa Poggio Reale si potranno visitare le mostre d’arte (già aperte dal 23 settembre) degli artisti: Sandra Ferroni (mostra di ceramica “colore e fantasia”), Paolo Pelli (mostra fotografica), Giulia Park (mostra di pittura) e Sara Giusti (mostra di pittura “Le case di Bacco”). L’Associazione culturale Cassiopea presenterà “La bottega dell’arte nel Rinascimento”, una ricostruzione storico-artistica di una tipica bottega di pittura del ‘400 fiorentino. Ci saranno poi una bellissima mostra di modellismo a cura del Dlf di Pontassieve e un’esposizione di oggetti e manufatti artigianali. Venerdì 28, alle 21, la Villa Poggio Reale ospiterà anche una mostra di funghi e delle bacche selvatiche, curata dal Gruppo Micologico Fiorentino “P.A. Micheli”. Domenica 30 settembre alle 12 sarà organizzata una visita guidata al Museo della Vite e del Vino di Villa Poggio Reale, mentre alle 16,30 la stessa visita verrà dedicata ai bambini, con laboratori e giochi (prenotazioni su www.museorufina.blogspot.com).

Pao. Ma.

25 settembre 2012

Agnes Heller: "A Firenze ho incontrato il mio sogno di un mondo adeguato all'uomo"



La grande filosofa ungherese ha presentato a Firenze “I miei occhi hanno visto"

di Paolo Maggi

“Quando parliamo del mondo parliamo della storia del mondo e nessun periodo storico è stato semplicemente bello, piacevole e positivo, c’è sempre crudeltà, povertà, dolore. Se mi sento responsabile verso il mondo non posso dire che questo mondo è bello. Ma posso dire che ci sono persone buone e questo è molto bello” così la grande filosofa ungherese Agnes Heller ha spiegato il suo pensiero sulla bellezza del mondo in una biblioteca delle Oblate a Firenze, stracolma di gente in occasione della presentazione dell’ultimo libro sulla sua vita e il suo pensiero “I miei occhi hanno visto”. All’evento, promosso dalla rivista Testimonianze e dall’associazione “Politica e Società” hanno partecipato Severino Saccardi, Simone Siliani, Vittoria Franco, Dario Nardella e i curatori del libro Francesco Comina e Luca Bizzarri.
“Agnes è un’amica e una maestra che continua a scrivere, pensare e inventare forme nuove di espressione del pensiero”  ha detto fra l’altro Vittoria Franco, senatrice e filosofa dopo il saluto del vicesindaco di Firenze Nardella e aver ricordato i giorni passati insieme alla Heller nel 1995 a Firenze, nel corso di una lunga intervista pubblicata sulla rivista Iride.
“Mi sono servita spesso delle sue riflessioni per la mia ricerca – ha aggiunto Vittoria Franco -. In particolare quelle sul concetto di “individuo contingente” con il quale la Heller definisce l’individuo moderno come avvolto in una busta senza indirizzo. Tocca a lui scriverlo. Nel mondo pre-moderno  l’indirizzo era scritto sulla busta, gli uomini e le donne della modernità sono tutti contingenti, non pre-destinati”.
Nata nel 1929 a Budapest da famiglia ebrea Agnes Heller da marxista a liberal-democratica, dissidente e esiliata, racconta nel libro-intervista il suo pensiero e la sua vita attraverso il secolo dei totalitarismi e delle utopie. Il padre anarchico, la vita nel ghetto, la nascita e gli sviluppi della sua amicizia con Gyorgy Lukàcs, la bomba di Hiroshima e l’equilibrio del terrore atomico, la dittatura nel suo paese e il crollo del sistema sovietico, la globalizzazione e i problemi del pianeta.
Il primo capitolo de “I miei occhi hanno visto” racconta del suo primo viaggio in Italia, nel 1960  descritto dalla Heller come una delle esperienze più importanti della sua vita. Fu quel viaggio In Italia e nella “sua Firenze”  a ispirarle “L’uomo del Rinascimento”, il libro che divenne la premessa per il grande successo che ebbe poi con “La teoria dei bisogni”, testo chiave della Scuola di Budapest, rilettura umanistica del marxismo che le procurò persecuzioni in Ungheria e sollevò rinnovate speranze in tutto l’Occidente.
Una parte importante del libro è dedicata ad Auschwitz dove morì suo padre, mentre lei rimase nel ghetto di Budapest con la mamma fino alla liberazione. “Tutte le volte che in questo libro ho raccontato una storia – ha detto la Heller rispondendo alle domande di Saccardi, tradotte simultaneamente da Siliani – ho anche elaborato una riflessione sui temi affrontati in quell’esperienza. Fra questi la Shoàh è naturalmente la più terribile. Ma posso dire che anche in momenti così tremendi  ho conosciuto aspetti del bene”. “Anche nei campi di concentramento tedeschi e nei gulag, che sono la somma del male - ha detto Heller - ho avuto esperienze di buone persone”. Rimanendo in Italia poi ha ricordato Primo Levi che riceve un pezzo di pane dal suo persecutore. “Non si tratta solo di un pezzo di pane – ha detto ancora la filosofa - ma della consapevolezza che esistono persone buone. E questo mi ha dato la speranza, il bisogno di rimanere viva”.
Nota: articolo pubblicato sul numero 104 di Coopinforma (www.coopinforma.it).

24 settembre 2012

Quinta edizione di "Diploma premiato" a Bagno a Ripoli

A Bagno a Ripoli premiati gli studenti che hanno ottenuto migliori risultati scolastici. Presenti anche il presidente della Scuola di scienze aziendali Filippo Salvi e la professoressa Vittoria Franco, docente alla Normale di Pisa. 

Venerdì 21 settembre 2012, alle ore 17.30, nelle Sala Consiliare Falcone e Borsellino del Palazzo Comunale, si è svolta la quinta edizione dell'iniziativa Diploma Premiato, realizzata dall'Amministrazione Comunale in collaborazione con l'istituto Isis Gobetti-Volta. Alla manifestazione, introdotta dall'Assessore alle Politiche educative e formative Rita Guidetti, che ne ha spiegato le motivazioni, erano presenti il Presidente della Scuola di Scienze Aziendali Filippo Salvi e la professoressa Vittoria Franco, Docente alla Normale di Pisa, oltre al Sindaco Luciano Bartolini e alla Dirigente del Gobetti-Volta Clara Pistolesi.
Sono stati premiati i ragazzi che hanno ottenuto alla Maturità 2012/2013 una votazione superiore a 90/100. In totale 34 studenti, 18 del Volta e 16 del Gobetti, con 1 100 e lode al Gobetti, 13 100 (9 al Volta e 4 al Gobetti). Ai 90-99 (9 al Volta e 11 al Gobetti) è stata consegnata una pergamena-attestato personalizzata, mentre i 100, oltre alla pergamena, hanno avuto due blocchetti di 2 ingressi gratuiti alla stagione teatrale 2012-2013 del Teatro di Antella e alla programmazione cinematografica del Crc Antella, gentilmente offerti rispettivamente da Archetipo A.C. e dal Crc Antella.
“Un nuovo incontro emozionante e significativo il Diploma Premiato edizione 2012 – ha dichiarato il Sindaco Luciano Bartolini -. Nella sala piena di ragazzi e parenti c'erano molta energia e grande soddisfazione. La nostra scelta di premiare gli studenti che hanno ottenuto i risultati scolastici migliori è una testimonianza del valore che assegniamo al merito. Nella nostra società, purtroppo, il merito vale poco o nulla, e invece deve essere valorizzato in ogni luogo di responsabilità. Se lo avessimo sempre fatto, l'Italia sarebbe probabilmente andata meglio di come sta andando adesso: penso alla politica, alle imprese, ma pure alle scelte di ciascuno di noi. Tutti dobbiamo cercare sempre qualità e merito. Questo il senso della nostra manifestazione, unito alla constatazione e quindi alla sottolineatura di come i luoghi dell'apprendere si siano moltiplicati. L'invito che abbiamo rivolto, anche in prospettiva futura, ai ragazzi è che si può apprendere sempre: non c'è più il momento del solo lavoro o del solo studio, l'aggiornamento è continuo, le occasioni per imparare sono ormai numerosissime, si può apprendere con il volontariato, nelle associazioni culturali, coltivando un hobby, viaggiando, stando in rete, lavorando. L'apprendimento dura tutta l'esistenza ed è una delle cose più importanti fra quelle che danno un senso alla vita”.

22 settembre 2012

Pelago contro la pena di morte

Il Comune di Pelago (Fi) ha aderito alla campagna internazionale "Cities for life", la giornata contro la pena di morte, organizzata e promossa dalla comunità di Sant'Egidio, il cui fondatore, Andrea Riccardi, è attualmente ministro per la Cooperazione internazionale e l'integrazione.
In tutto il mondo, il 30 novembre, più di 1400 "Città per la vita" dichiarano la loro adesione all'iniziativa "No justice without life".
Si tratta di un'importante opportunità per stabilire un dialogo fra le società civili e favorire il coinvolgimento degli amministratori in un percorso di abolizione della pena di morte.
Il 30 novembre di ogni anno, infatti, si celebra l'anniversario della prima abolizione della pena capitale, avvenuta nel 1786, da parte del Granducato di Toscana. E proprio in ricordo di tale evento, la nostra Regione celebra ogni anno la sua festa.

21 settembre 2012

Giornata mondiale Alzheimer

occorrono politiche sanitarie e sociali

Firenze 21 settttembre 2012 - In Toscana circa 84.000 persone sono affette da Demenza: circa 27.500 uomini e 56.500 donne. Di questi più del 90% vive ed è assistito nel proprio domicilio, con gravi ripercussioni sulla qualità della vita del nucleo familiare. Nel 2020 si prevedono 98.000 casi, nel 2030 fino a 115.000. 

L'Alzheimer è la forma più frequente di Demenza. 

I dati sono allarmanti e confermano la percezione del problema che l'AIMA (Associazione italiana malattia di Alzheimer), che celebra oggi in Toscana la "XIX giornata mondiiale Alzheimer", ha sviluppato attraverso i contatti con le migliaia di famiglie dei malati che si sono rivolte ai suoi Centri di Ascolto. La Demenza risulta essere la principale causa di non autosufficienza degli anziani

“Le famiglie  - afferma il dottor Manlio Matera, prsidente Aima Fi - sono in ginocchio, la situazione è grave. L'AIMA chiede al Governo Regionale di sviluppare adeguate strategie di politica Sanitaria e Sociale volte a rispondere al diritto alla cura dei malati, potenziare e qualificare la rete dei servizi specifici per la Demenza, sostenere le famiglie con servizi, risorse, competenze. Facciamo appello anche agli organi di stampa affinché si facciano portatori dei bisogni espressi dalla popolazione favorendo occasioni di discussione e confronto tra politici, esperti, cittadini. E infine alla solidarietà di tutti i cittadini per sostenerci nel proseguimento dell'attività svolta a favore dei malati e delle loro famiglie.”

Sandro Sorbi, Direttore Clinica Neurologica 1, Careggi - Università di Firenze, puntualizza sugli elementi positivi e negativi registrati negli ultimi anni: "Da studioso della malattia, e da medico, rilevo elementi sia positivi che negativi. Le note positive sono che l'incidenza della demenza sta diminuendo. Il rischio è oggi di un 10-15% in meno rispetto a dieci anni fa, al contrario di altre patologie – come tumori, diabete e malattie vascolari – che sono invece in crescita. E questo è un dato consolidato, confermato da tutti i principali studi mondiali. Quanto agli aspetti negativi bisogna sottolineare che il numero dei pazienti comunque aumenta, perché aumenta l'età media della vita. In negativo, infine, vorrei sottolineare la scarsa attenzione e partecipazione sia da parte delle istituzioni sia da parte dei cittadini ad un problema così complesso e delicato".

In questa direzione Oreste Giurlani rinnova la vicinanza di UNCEM (Unione Nazionale dei comuni Entimontani) ad AIMA: “Come rappresentante di 168 Comuni toscani, di cui la maggior parte piccoli, montani e rurali , non posso che essere vicino all’impegno di AIMA verso le fasce più deboli della popolazione, in particolare agli anziani non autosufficienti.  Anche alla luce del protocollo in essere con AIMA, ci impegneremo insieme per promuovere attività di sensibilizzazione e informazione su ciò che riguarda il mondo della malattia di Alzheimer e la sua cura. Ci impegneremo quindi a diffondere su tutto il territorio regionale, ed in particolare nelle zone montane, le misure a favore degli anziani non autosufficienti nella consapevolezza che nei territori montani, l’accesso ai servizi è più difficoltoso, costa di più e necessità di attenzioni particolari. Anche se i tagli della spending review nel settore sociale e sanitario sono impressionanti, non si può pensare che esistano cittadini con meno diritti di altri, da qui la necessità di politiche specifiche per aiutare e sostenere le persone disagiate”.

Fra le iniziative in cantiere oggi un convegno a Firenze presso l'auditorium del MOnte dei Paschi di Siena in via Panciatichi 85 (info: www.aimafirenze.it;  info@aimafirenze.it; numero verde Regione Toscana 800 900 136).

Pao. Ma.


19 settembre 2012

Ottorino e Esmeralda, oche dal becco di rame



Sembra una fiaba invece è una storia vera. Due oche olandesi, Ottorino e Esmeralda non potevano più nutrirsi e sarebbero morte di fame per la perdita di gran parte del loro becco, danneggiato rispettivamente al 30 e al 70 per cento, se il veterinario Alberto Briganti non avesse costruito loro un becco tutto nuovo. Grazie ad una operazione, la prima del genere, il veterinario umbro che esercita la sua professione  a Figline Valdarno e Spoleto, ha trapiantato ad ognuna delle due oche una protesi in rame al posto del becco danneggiato. Il metallo che si è rivelato adatto per la grande facilità di poterlo modellare,sembra una scelta vincente. Al momento infatti Ottorino e Esmeralda 
non lamentano effetti collaterali e finalmente possono nutrirsi. Alle lastre di rame sono stati realizzati appositi fori per la respirazione e per tenere la protesi ben aderente a Ottorino sono stati applicati dei cerchiaggi mentre a Esmeralda sono stati applicati dei piccoli chiodi in acciaio. In seguito a questa esperienza è stato realizzato il marchio “Copperbeak”, legato al progetto creare una fondazione per la cura e il recupero di animali in difficoltà.
Pao. Ma.