1 maggio 1998

Natura toscana: "istruzioni per l'uso"


Fresco di stampa ecco in libreria un vero e proprio manuale per l'uso delle ricchezze naturali della Toscana. 
La guida "Viaggio nella natura toscana. Aree protette e grandi itinerari", edita da Tamari Montagna edizioni nella collana Turismonatura, curata da Antonio Arrighi, Paolo Maggi e Stefano Naef, propone una dettagliata panoramica sulle possibili forme di turismo in ambienti naturali esistenti nella nostra regione. Un vero e proprio invito ricco di dati, indirizzi e percorsi, a scoprire attraverso un modo di fare turismo ecocompatibile i molteplici paesaggi e ambienti naturali della regione, che per la loro bellezza e ricchezza di valori sono stati dichiarati meritevoli di una speciale tutela da parte dello Stato e della Regione. 220 pagine che presentano : le 7 "Aree protette della toscana"; il "grande itinerario Apuano Appenninico", ovvero 450 chilometri di percorso montano suddiviso in 33 tappe, adatto principalmente all'escursionismo a piedi; il "Grande itinerario interno toscano", ovvero 400 chilometri in 25 tappe, adatto a varie forme di escursionismo a piedi, a cavallo o in mountain bike; il "Grande itinerario ciclosturistico/Plein ar" con i suoi 1500 chilometri per complessive 40 tappe in bici e 31 in camper; 10 wscursioni selezionate nelle Aree protette della Toscana; schemi cartografici; oltre mille indirizzi utili. La guida si rivolge a chi fa del viaggio non uno spostamento veloce da un luogo ad un altro, ma a chi trova il piacere di percorrere lentamente un itinerario riscoprendolo nelle sue peculiarità di natura e storia da rivisitare. Un turismo
che rivaluti l'atmosfera dei piccoli borghim i ritmi delle stagioni, i valori dell'arte "minore", attraverso le mille strade meno frequentate dal turismo di massa e viaggiando nella rete escursionistica toscana, visitando montagne appenniniche, litorali delal costa e delle isole, boschi e colline interne e aree umide addentrandosi negli scrigni naturali grandi e piccoli delle Areee protette. Il libro rappresenta un altro passo importante, dopo la realizzazione della Carta "Aree protette e grandi itinerari in Toscana" (Collana Turismonatura), verso l'obiettivo dell'assessorato all'Ambiente della Regione toscana, di creare un "Sistema regionale delle Aree protette" collegato alla Rete escursionistica toscana, a Grandi itinerari, al mondo del plein-air, rappresentativo dei diversi tipi di paesaggio e di habitat, basato sul reale sviluppo dell'occupazione nel settore del turismo sostenibile.
Paolo Maggi